sabato 28 marzo 2015

COMUNICATO M5S SCHIO - FUSIONE AVA-GRETA


M5s Schio all'attacco della fusione AVA-GRETA Di Redazione VicenzaPiù oggi alle 15:06 |       



ArticleImage
Anche il Movimento Cinque Stelle di Schio va alla carica in merito alla fusione AVA-GRETA, esprimendo forti preoccupazioni sul futuro dei cittadini anche in termini di salute.
"Dopo aver letto le parole del Presidente Diego Bardelli di AVA nel GdV di sabato 21 marzo e ribadite in un seguente articolo del 24 marzo - spiegano i pentastellati scledensi nel loro comunicato - il M5S esprime profonda preoccupazione per la salute e le tasche dei cittadini."

"Innanzitutto - prosegue la nota - speriamo che la fusione non porti disagi ai cittadini e agli operatori di Greta, confidando nei sindaci che tengano monitorato passo passo questa trasformazione.
Tornando all'inceneritore restiamo sempre più sconcertati sul fatto che si stia ampliando la linea 1 con una spesa di più di10 milioni di euro, con la quale si porterà l'inceneritore a bruciare 91000 tonnellate, quando nella stessa intervista Bardelli dichiara che i rifiuti del bacino si sono dimezzati negli ultimi 10 anni arrivando a 17500 tonnellate, ed è un dato in continua diminuzione.
Quindi l'80% dei rifiuti che l'inceneritore brucerà arriveranno da fuori bacino senza alcun vantaggio per i Comuni soci, perchè come ribadito dall'Assessore Stefenello in uno degli ultimi Consigli Comunali di Schio, Ava fa pagare lo stesso costo di smaltimento a tutti
i comuni sia Soci che esterni. E' mai stato chiesto ai cittadini se sono d'accordo nel far bruciare rifiuti provenienti al di fuori dell'Alto Vicentino? Sono stati informati su vantaggi (se ce ne sono) e svantaggi?
Parlando di salute, vorremmo ricordare che le caratteristiche peculiari di un inceneritore restano la combustione, con conseguente rilascio in atmosfera di inquinanti sottilissimi
e dannosi alla salute, e la produzione di ceneri di scarto che, è bene ricordarlo, rappresentano in peso il 30% del rifiuto in ingresso bruciato. Per quanto riguarda le emissioni inquinanti, questi impianti sono dotati di sistemi di controllo che dovrebbero garantirne un rilascio ridotto, anche se permangono dei dubbi sull'effettiva efficacia della misurazione di tale impatto, poiché le altissime temperature (anche superiori ai 1.000°) utilizzate nel processo di combustione producono nanoparticelle finissime che sfuggono al controllo ed attualmente, nessun sistema di filtraggio oggi disponibile sul mercato è
in grado di trattenere le particelle inquinanti (particolato) con diametro inferiore ai 2,5 nanometri: è questo il principale problema di qualunque inceneritore, ed allo stesso tempo la causa di un inquinamento "sconosciuto" (i misuratori di particelle inquinanti arrivano
a misurare solo diametri superiori), che desta allarme presso i cittadini e la comunità scientifica.
Quindi ribadiamo il fatto che non ci sono ne le condizioni logiche ne i presupposti di trasparenza e di condivisione con la cittadinanza, proponiamo di effettuare uno studio accurato e una monitorizzazione del territorio circostante non limitati alla sola analisi dei fumi ma anche a quella di terra ed acqua sul territorio circostante all'impianto e soprattutto chiediamo la riattivazione dell'Osservatorio Rifiuti, quest'ultimo come figura cardine e centrale per le finalità di valutazione e verifica sull'impatto ambientale.
Ed infine vorremmo ricordare a tutti i Sindaci del Bacino che sono loro che devono dettare le linee guida ad AVA, cercando di tutelare le tasche e la salute dei loro cittadini, e non il contrario".

giovedì 26 marzo 2015

BANCHETTO M5S SCHIO - SABATO 28 MARZO 2015


                

SABATO 28 MARZO DALLE 9,00 ALLE 12,30 GLI ATTIVISTI DEL M5S SCHIO SARANNO PRESENTI AL MERCATO CITTADINO, (SOTTOPORTICO DI P.ETTA GARIBALDI, USCITA GALLERIA LANDSHUT) CON UN BANCHETTO PER PRESENTARE IL MICROCRDITO. POTETE INOLTRE VENIRE A CHIEDERE INFORMAZIONI E COMUNICARCI EVENTUALI PROBLEMATICHE DEL TERRITORIO.


                                                www.microcredito5stelle.it

sabato 21 marzo 2015

Berti (M5s) e il Veneto da prima pagina, fra indagati e suicidi di imprenditori

 

   Di Edoardo Pepe Venerdi 20 Marzo alle 15:54 |             

 
ArticleImage
“Pedemontana, Tav e trivellazioni sono mangiatoie per i corrotti, ma noi non staremo a guardare”. Jacopo Berti, candidato alla presidenza della Regione per il Movimento 5 stelle denuncia "i poteri forti che stanno distruggendo il Veneto, dove non passa giorno senza un nuovo scandalo e senza che qualche esponente della classe dirigente venga indagato o arrestato".
"Pedemontana, Alta velocità e trivellazioni erano, sono e saranno una mangiatoia per i corrotti: un truogolo nel quale la politica immerge il muso da decenni.Ma io non mollerò neppure un centimetro – afferma Berti – combatto ogni giorno per difendere la nostra terra e loro non riusciranno a distruggerci in nome dei loro guadagni".
Intanto alla lunga lista degli imprenditori che si sono tolti la vita in Veneto è stato aggiunto un altro nome a causa delle ormai celebri “quote latte":
"E loro pensano solo a come spartirsi grandi opere inuti – attacca il candidato M5s – ma noi non staremo a guardare mentre giocano a Risiko con quello che ci rimane, perché ormai è chiaro a tutti che stiamo parlando dell'ennesimo omicidio politico. Noi del Movimento non vogliamo la Pedemontana, la Tav e le trivellazioni, e diamo invece soluzioni concrete".
Domenica 22 alle 16 verrà infatti presentato a Padova, nella sala Rossini del Pedrocchi, il progetto di microcredito finanziato con gli stipendi dei parlamentari veneti del Movimento 5 Stelle:
"Loro rubano, noi ridiamo i soldi ai legittimi proprietari – conclude Berti, che domenica presenterà il microcredito assieme al vicepresidente della Camera, Luigi di Maio - con il Movimento 5 stelle al governo del Veneto i veneti saranno al centro di tutto, e avranno i loro soldi investiti sul territorio. Non useremo il denaro dei veneti per comprarci le ville a Cinto Euganeo o i Rolex. Nel frattempo godetevi lo spettacolo dell'applicazione del Patto del Nazareno in Veneto, con Tosi che va in aiuto del Pd e dei grandi gruppi per tutelare gli interessi di chi mangia sugli appalti".
 
 Fonte:  http://www.schiothienepiu.com/

 

COMMISSIONI CONSILIARI

PROSSIMI APPUNTAMENTI 

 

Commissione Consiliare Permanente 1^ - Affari Generali

Mercoledì 25 Marzo 2015 ore 18:30 e Mercoledì 1 Aprile 2015 ore 18:30 presso la sede Comunale, in sala Eberle.

 1. Esame testo nuovo “Regolamento Polizia Urbana e Codice Civico” per la parte di competenza della Commissione Consiliare in indirizzo;
2. Conferimento all'Unione Montana Pasubio-Alto Vicentino della funzione di pianificazione di protezione civile e coordinamento dei primi soccorsi;
3. Convenzione per la gestione in forma associata della procedura ad evidenza pubblica per l'affidamento del servizio di distribuzione del gas naturale dell'ambito territoriale "Vicenza 3 - Valli Astico, Leogra e Timonchio" e la successiva gestione del contratto di servizio;
4. Istituzione “Commissione Consiliare di studio e ricerca per la revisione dei Consigli di Quartiere

  


Commissione Consiliare Permanente 2^- Servizi Culturali, Sport e Tempo Libero.

Lunedì 23 Marzo 2015 ore 18:30 presso la sede Comunale in sala Eberle.

1. Esame testo nuovo “Regolamento Polizia Urbana e Codice Civico” per la parte di competenza della Commissione Consiliare in indirizzo.

 

Commissione Consiliare Permanente 3^ - Servizi Tecnici, Urbanistica e Ambiente.

Giovedì 26 Marzo 2015  ore 18:30 presso la sede Comunale in sala Eberle.

1. Esame testo nuovo “Regolamento Polizia Urbana e Codice Civico” per la parte di competenza della Commissione Consiliare in indirizzo.


Commissione Consiliare Permanente 4^ - Servizi Sociali e Sanitari.

Martedì 24 Marzo 2015 ore 18:45 presso la sede Comunale in sala Eberle.

1. Esame testo nuovo “Regolamento Polizia Urbana e Codice Civico” per la parte di competenza della Commissione Consiliare in indirizzo.

giovedì 19 marzo 2015

BANCHETTO M5S SCHIO-SABATO 21 MARZO 2015



SABATO 21 MARZO DALLE 9,00 ALLE 12,30 GLI ATTIVISTI DEL M5S SCHIO SARANNO PRESENTI AL MERCATO CITTADINO, (SOTTOPORTICO DI P.ETTA GARIBALDI, USCITA GALLERIA LANDSHUT) CON UN BANCHETTO PER PRESENTARE IL MICROCRDITO. POTETE INOLTRE VENIRE A CHIEDERE INFORMAZIONI E COMUNICARCI EVENTUALI PROBLEMATICHE DEL TERRITORIO.
www.microcredito5stelle.it






 

domenica 8 marzo 2015



Il Quantitative easing della BCE porta in Italia miliardi di euro, Berti: solo aiuti alle banche



ArticleImage
Jacopo Berti, candidato alle Regionali per il M5S Veneto, sul Quantitative easing della BCE (vedi anche VicenzaPiù n. 274 in edicola o in abbonamento online), che porterà in Italia fino a 150 miliardi di euro, afferma netto: «Sono solo aiuti alle banche, noi invece aiutiamo i cittadini con il microcredito. La cifra della BCE servirebbe, invece, per contrastare il credit crunch, dato che negli ultimi tre anni le famiglie e le imprese italiane hanno subito una contrazione nell'erogazione degli impieghi pari a 110 miliardi di euro. Bene, bravi, bis».
Se sarebbe un peccato che questi aiuti siano diretti alle banche e non ai cittadini, a puntare il dito contro un sistema ormai arrugginito e marcio è Jacopo Berti, candidato alla presidenza della Regione Veneto per il Movimento 5 Stelle: «Loro aiutano le banche, noi i cittadini. Il microcredito, che abbiamo lanciato nei giorni scorsi a Roma e che verrà presentato il 22 di marzo in Veneto, è un aiuto diretto a chi ne ha bisogno».
«Il microcredito - sottolinea Berti - non nasce per salvare le banche, che hanno le pezze sappiamo tutti dove per aver prestato ai soliti noti, ma per chi ogni giorno si spacca la schiena per un futuro migliore per la propria famiglia. Ci sono in ballo 25 mila euro per ogni imprenditore, ma la cifra potrebbe essere molto più importante se la politica non fosse così ottusamente orientata ai gruppi di potere. Noi comunque risponderemo sempre e solo al cittadino».