mercoledì 10 settembre 2014

PARLAMENTO IN PIAZZA

BANCHETTO SABATO 13 SETTEMBRE 

dalle ore 9,30 alle 12,00


Sabato 13 Settembre dalle ore 9,30 alle ore 12,30 gli attivisti del M5S Schio saranno presenti con un Gazebo in Piazza A.Rossi di Schio (Fronte Duomo).

Al Banchetto sarà ospite il Senatore Enrico Cappelletti

Sono invitati tutti i cittadini che vogliono conoscere quello che succede in Parlamento che Tv e Giornali non ci dicono.

GIORNALE DI VICENZA 10 SETTEMBRE 2014


sabato 6 settembre 2014

MOZIONE - "RICHIESTA INSERIMENTO DELL'ULSS 4 ALTO VICENTINO NEL REGISTRO TUMORI VENETO"















MoVimento Cinque Stelle Schio

Schio, 28/08/2014

Al Signor Presidente del Consiglio Comunale di Schio

Al Signor Sindaco del Comune di Schio





MOZIONE
( Ai sensi dell'articolo 29 del R.f.C.C.)

Oggetto: Richiesta d'inserimento dell' Ulss 4 Alto Vicentino nel Registro Tumori del Veneto


Premesso che:

Il Registro Tumori del Veneto, istituito nel 1989 (L.R. 20.7.1989, n. 21 e DGR n. 7389/89), ha il compito di assolvere le seguenti funzioni:

  1. Raccogliere dati relativi ai nuovi casi di tumore utilizzando le schede nosologiche, referti delle Anatomie Patologiche e i dati di mortalità;
  2. Verificare ed elaborare i dati;
  3. Condurre studi di epidemiologia eziologica;
  4. Partecipare alla pianificazione e al coordinamento dei protocolli terapeutici e degli studi clinici controllati;
  5. Valutare l’uso delle risorse nel trattamento dei tumori.

Dal punto di vista operativo, l’attività del Registro consiste quindi nella registrazione dell’incidenza dei tumori, comprensiva dell’aggiornamento dei dati di incidenza in possesso del medesimo, del completamento e dell’acquisizione delle fonti informative, dell’elaborazione di dati su singole sedi neoplastiche e di studi epidemiologici, nonché nel coordinamento degli screening oncologici effettuati nella Regione.
Il Registro Tumori del Veneto, ai livelli di copertura attuale, è attualmente il più ampio Registro tumori italiano, con una popolazione coperta di 2.300.000 abitanti. I suoi dati sono aggiornati al 2006, in linea con la maggior parte dei Registri nazionali. La qualità dei dati del Registro del Veneto è periodicamente certificata dall’AIRTUM (Associazione Italiana Registri Tumori) e dallo IARC (International Agency for Research on Cancer) di Lione attraverso adeguati percorsi di accreditamento e di controllo; Le Aziende sanitarie aderenti, inviano al Registro Tumori i referti codificati e informatizzati delle anatomie patologiche. Ma a fornire i dati al registro sono le Ulss di Belluno, Feltre, Bassano del Grappa, l’Ulss 12 Veneziana, Mirano, Rovigo, Adria, Vicenza, Castelfranco- Montebelluna e Verona. Restano fuori Ulss di tutto rilievo, tra cui appunto l’Alto Vicentino. La finalità specifica del trattamento dei dati a livello epidemiologico è quella di offrire indicazioni sui fattori di rischio dei tumori, sugli esiti d’interventi di diagnosi precoce, delle terapie e dei percorsi diagnostici-terapeutici.

Il registro rappresenta quindi uno strumento fondamentale per indagare se determinate neoplasie sono più diffuse in luoghi critici dal punto di vista dell’inquinamento ambientale e se esiste una correlazione tra l’esposizione a determinate sostanze inquinanti e l’insorgenza della neoplasia. Tutto questo al fine di avviare una vera campagna di Prevenzione Primaria della malattia oncologica, obiettivo cui purtroppo sono destinate scarsa attenzione e risorse.

Il cancro si può e si deve prevenire!”.
E’ molto grave che proprio i dati dell'Alto Vicentino non siano presi in considerazione nel Registro Tumori Veneto giacchè in quest'area la qualità dell'aria è considerata critica.

Considerato:
  • che nel territorio scledense sono presenti un inceneritore da più di trent'anni, una grande zona industriale e un traffico elevato;
  • che questa Amministrazione contempla nel suo programma la difesa dell'ambiente per la tutela della qualità della vita, della salute e sicurezza dei cittadini.



SI PROPONE

al Sindaco e alla Giunta di impegnarsi a sollecitare il Direttore Generale dell'Ulss 4 Alto Vicentino che suddetta Ulss venga inserita nel Registro dei Tumori del Veneto ed avviare il prima possibile la trasmissione dei referti codificati e informatizzati delle anatomie patologiche;


SI PROPONE INOLTRE

al Sindaco di impegnarsi a coinvolgere la Conferenza dei Sindaci dell'Ulss 4 nella richiesta immediata di adesione al Registro dei Tumori Veneto;


SI PROPONE IN FINE

al Sindaco e alla Giunta di impegnarsi a richiedere al Direttore Generale dell'Ulss 4 di fornire le seguenti informazioni relative ai nuovi casi di tumore maligni verificatisi nel territorio di competenza dell'Ulss. Si chiede che vengano forniti i seguenti dati per ogni caso di tumore divisi per anno ed a partire almeno dall'anno 2000:
  • codice ICD (International Classification of Diseases) da 140.0 a 239.9 compresi;
  • codice ICD da 240.0 a 279.9 compresi;
  • codice ICD da 284.0 a 289.9 compresi;
  • codice ISTAT del comune di residenza;

Si chiede inoltre che tali dati siano pubblicati, sempre in forma anonima, e che siano visibili ed accessibili ai cittadini sul sito istituzionale dell'Ulss.




SI INVITA

il Presidente del Consiglio Comunale a trasmettere tramite gli uffici la presente mozione al Direttore Generale e a tutti i Sindaci dell’ULSS 4, al presidente della Regione Veneto e all’Assessore Regionale alla sanità.


Grazie dell'attenzione e distinti saluti


Gruppo Consiliare MoVimento Cinque Stelle Schio
Consigliere Marco Vantin

CONVOCAZIONE CONSIGLIO COMUNALE

08-09-2014 ore 18.30


Siete tutti invitati ad assistere al consiglio Comunale

Qui di seguito Ordine Del Giorno:

  1. Comunicazione del Sindaco;
  2. Comunicazione del Presidente;
  3. Approvazione Verbali seduta 21-07-2014;
  4. Comunicazione deliberazione di Giunta Comunale relativa al prelevamento dal fondo di riserva - Esercizio 2014;
  5. Comunicazione deliberazione di Giunta Comunale n. 135 dell 22/04/2014, n. 151 del 12/05/2014, n. 182 del 03/06/2014, n. 194 del 18/07/2014;
  6. Ratifica della Deliberazione della Giunta Comunale n. 209 del 25/07/2014 relativa a: Revisione delle condizioni economiche ai sensi del contratto di concessione del servizio pubblico di distribuzione del gas metano.;
  7. Nomina componente del collegio dei revisori dei conti;
  8. Presentazione al Consiglio Comunale delle linee programmatiche relative alle azioni e ai progetti da realizzare nel corso del mandato 2014-2019 - art. 46 - 3° - D.l. vo n. 267/2000;
  9. Prot. n. 45673 - Proposta di ordine del giorno de Consiglieri Comunali Maculan, Gecchelin, "Noi cittadini con Valter Orsi" e Dalle Vedove "Veneto Stato Sch'io". Impegno e nuove linee d'indirizzo affidate al Sindaco in tema di piano industriale e strategico per il trattamento dei rifiuti solidi urbani e gestione dell'impianto di termovalorizzazione Ca' Capretta sito nel territorio Scledense;
  10. Prot. N. 46074 - Mozione del Consigliere Comunale Vantin "Movimento Cinque Stelle Schio" - Richiesta d'inserimento dell'Ulss 4 Alto Vicentino nel Registro Tumori del Veneto.

lunedì 4 agosto 2014

IL M5S E' UNA MELA

di Giancarlo Cancellieri

Ogni giorno parlo con voi, attraverso mail, lettere o incontri casuali.
Vi struggete l'animo perché avete intorno a voi altri cittadini che non reputano il M5S una valida alternativa ai partiti, ci attaccano, ci deridono, ci umiliano e voi, con spirito guerriero, prendete le nostre difese decantando tutto ciò che facciamo dentro le istituzioni. Poi però, lontani dai loro occhi, vi interrogate sul perché il nostro paese e la sua gente non voglia cambiare e ve ne rammaricate.
Non disperate però, anche io a volte mi sono scoraggiato per questo motivo, è normale.
Sapete cosa mi ha dato una nuova prospettiva?
Una persona speciale della mia vita una volta mi parlò di una poesia di Shakespeare "le ragazze sono come le mele sugli alberi" (http://goo.gl/vdbvPx), io l'ho rielaborata per il M5S.
I partiti sono come le mele sugli alberi.
Le migliori sono sulla cima dell’albero.
I Cittadini non vogliono arrivare alle migliori, perché hanno paura di cadere e ferirsi.
In cambio, prendono le mele marce che sono cadute a terra, e che, pur non essendo così buone, sono facili da raggiungere.
Perciò le mele che stanno sulla cima dell’albero, pensano che qualcosa non vada in loro, mentre in realtà “Esse sono grandiose”. Semplicemente devono essere pazienti e aspettare che i Cittadini giusti arrivino, coloro che saranno così coraggiosi da arrampicarsi fino alla cima dell’albero per esse.
Non devono cadere per essere raggiunte, chi avrà bisogno di loro e le ama farà di tutto per raggiungerle.
Il M5S è come quelle mele in alto, per ora solo i coraggiosi le hanno colte, è vero, ma se la nostra rivoluzione culturale è lenta nei tempi è comunque inarrestabile. 2 anni fa non c'era nulla, oggi invece siamo ovunque. Dobbiamo solo avere la forza di non mollare, non solo siamo i frutti più buoni di questa democrazia, ma anche gli altri stanno lentamente cambiando (lentamente).

venerdì 1 agosto 2014

TI RACCONTANO CHE "NON E' UN COLPO DI STATO"


SEI D'ACCORDO CON LORO?



RICAPITOLIAMO UN ANNO E MEZZO FOLLE

di ALESSANDRO DI BATTISTA

1. Due partiti che a parole sono sempre stati avversari si sposano alla luce del sole. Dal PD e FI nasce il PU: il Partito Unico
2. Il M5S propone come Presidente della Repubblica Rodota'. Rodota' e' uomo di sinistra, non espressione del M5S. Era Presidente dei DS ma il PD decide di non votarlo nonostante il suo elettorato spingesse a farlo. Con Rodota' al Colle B. sarebbe morto!
3. Viene eletto per la seconda volta Presidente della Repubblica (fatto per molti incostituzionale) Giorgio Napolitano. Quel Napolitano che divenne deputato che Stalin era ancora vivo!
4. Il PD fa un governo incedente con Alfano agli interni, la De Girolamo (poi indagata per lo scandalo sanitario nel beneventano e dimissionaria) all'agricoltura e la Cancellieri alla giustizia.
5. Il PD (nonostante Renzi da fuori faccia il “grillino”) salva Alfano e la Cancellieri dalle mozioni di sfiducia presentate dal M5S. Il primo ha fatto deportare illegalmente una mamma e una bimba verso un paese guidato da un dittatore. La seconda, amica dei Ligresti, da Ministro della Giustizia ha provato a far "uscire" Giulia Ligresti dal carcere. “O li salvate o cade il governo” tuona il democratico Letta. Il PD obbedisce.
6. La Corte Costituzionale dichiara incostituzionale il “porcellum” per via del suo premio di maggioranza abnorme. Il Parlamento, figlio del premio di maggioranza truffaldino, dovrebbe fare una sola cosa: sistemare la legge elettorale uscita dalla Consulta. Poi il decoro imporrebbe nuove elezioni ma la maggioranza va avanti.
7. Per la prima volta nella storia della Repubblica il Presidente della Camera applica la ghigliottina e colpisce il M5S che si oppone al regalo di 7,5 miliardi di euro alle banche. Il M5S protesta animatamente ma sempre senza violenza. Al contrario e' il Questore Dambruoso che alza le mani. La vittima della sua viltà e' Loredana Lupo, deputata M5S e neo-mamma.
8. Nel frattempo gli scandali EXPO e MOSE ci mostrano quanto la corruzione sia bipartisan. Non a caso la Camera, grazie alla presenza del M5S vota favorevolmente all'arresto per il deputato PD Genovese e per Galan di FI. Nelle ultime legislature, prima dell'arrivo del M5S la Camera aveva votato 21 volte per l'arresto di un suo componente. 20 NO (salvato 2 volte Cosentino e 2 volte Dell'Utri) e una volta si'. Con il M5S in aula 2 arresti su 2!
9. Renzi, senza passare da elezioni politiche, diventa premier e cosa fa? Convoca Berlusconi al Nazareno e ci firma un patto che nessuno conosce nel dettaglio. Del patto si sa che riguarda una riforma costituzionale (nonostante il Parlamento sia delegittimato) e la riforma elettorale. B. diventa padre costituente nonostante sia stato cacciato dal Senato in quanto frodatore del fisco e partner per la legge elettorale nonostante non possa neppure votare.
10. Nel frattempo viene condannato e poi arrestato Dell'Utri il fondatore di FI. Dalla sentenza si evince che FI sia un partito nato con il beneplacito di “Cosa Nostra”. Evidentemente per il PD questo non e' un problema.
11. Il Paese e' in ginocchio ma il governo si dedica solo a drammatiche riforme costituzionali che trasformerebbero la Repubblica in una dittatura e che non risolvono il vero problema degli italiani: il lavoro!
12. Tutte le forze politiche si coalizzano per distruggere il M5S. Alle elezioni europee Scelta Civica si suicida e B. fa campagna elettorale contro il M5S. Non importa chi vinca, importa solo che il M5S venga fermato.
13. Il disegno legge Boschi sulle riforme costituzionale arriva al Senato. Il governo vuole creare un Senato di nominati e con l'Italicum una Camera di nominati. Gli italiani sono in vacanza (chi se lo può permettere) e la maggior parte dei media non spiega la gravita' della situazione.
14. L'ISTAT ci informa che 6 milioni di italiani vivono in povertà assoluta, che la disoccupazione supera il 14%, quella giovanile il 43% con picchi del 65% al sud.
15. Le proposte di legge del M5S sull'abolizione di Equitalia e sull'istituzione del reddito di cittadinanza non vengono nemmeno prese in considerazione.
16. Al Senato il Presidente Grasso sembra tenere la barra dritta e sembra garantire i diritti alle opposizioni ma, dopo essere stato convocato da Napolitano, cambia atteggiamento. Ghigliottine, “canguri” e scelte arbitrarie dimostrano la sua resa al Monarca Assoluto Napolitano.
17. Intanto si iniziano a intravedere i contenuti del patto del Nazareno. Salvataggio di MEDIASET e riforma della giustizia. Questi sono i temi segreti sui quali hanno discusso Renzi e Berlusconi.
18. Il M5S tenta di aprire un dialogo con Renzi e Napolitano per migliorare legge elettorale e riforme costituzionali. Renzi non risponde nemmeno alle domande sollevate dal M5S e Napolitano, per una lieve indisposizione, nemmeno riceve le opposizioni al Quirinale.
19. Il potere d'acquisto degli italiani crolla, il PIL non cresce, le fabbriche chiudono e gli imprenditori si suicidano.
20. Intanto si continuano a comprare F35, a stare in Afghanistan e a condonare miliardi di euro a slot machine. La corruzione dilaga, la mafia e' dovunque, Parlamento incluso, B. torna ad essere una figura centrale della politica italiana grazie al PD.
...e quello scostumato di Grillo osa persino urlare!