lunedì 27 luglio 2015

rifiuti in via chiarelle a piovene feb 2015
Sono 1.006 le firme raccolte finora per fare a Schio e ai Comuni limitrofi un’esplicita ‘Richiesta di Analisi Ambientali del Territorio Comunale’.
La petizione è stata presentata nei giorni scorsi all’Ufficio Protocollo del Comune di Schio dai gruppi cittadini promotori dell’iniziativa: Movimento 5 Stelle Schio, Avr (Alto Vicentino Ricicla), Comitato Genitori Preoccupati, Fare Schio, Noi Cittadini con Valter Orsi e Singoli Cittadini.
La Petizione, che rientra nell’operazione territoriale ‘#chicista’, vede coinvolti al raggiungimento dello stesso scopo molteplici soggetti in diversi Comuni dell’Altovicentino.
Al momento sono state raccolte 1006 firme, con lo scopo di sensibilizzare le amministrazioni dell’Alto vicentino su un tema considerato di fondamentale importanza: la qualità ambientale del territorio su scala generalizzata.
“Si chiede di porre rimedio all’attuale inattività dell’Osservatorio sui Rifiuti – recita la petizione – e sulla  gestione complessiva dei rifiuti all’interno della società partecipata Ava che ne ha il controllo. Tale gestione al momento non risulta garantita a seguito della fusione tra Ava e Greta, società che si occupano di rifiuti perseguendo scopi e ruoli che si prestano ad essere spesso in palese contrapposizione”.
La distinzione tra le due funzioni era stata chiesta a gran voce da 21 Sindaci nel documento FullSizeRender (1)
che portò alla fusione delle due società.
“Vogliamo porre l’accento sulla grande trasversalità che ha unito diversi gruppi cittadini nell’affrontare lo stesso tema – spiega la petizione – e che si è espansa ad altre realtà comunali come Marano Vicentino, Thiene, San Vito di Leguzzano, Santorso, Zanè e Caltrano, Comuni nei quali la raccolta è promossa da ulteriori gruppi attivi localmente in campo sociale, ambientale e politico o da singoli cittadini sensibili alla causa. Si comunica – conclude il documento – che in tali Comuni la raccolta firme sta tutt’ora proseguendo”.
                                                    
www.altovicentinoline.it

sabato 25 luglio 2015



 Siete tutti invitati ad assistere al consiglio Comunale il giorno 27/07/2015 ore 18.15

 Qui di seguito Ordine Del Giorno: 
 
 1. PROT. N. 40148 - INTERROGAZIONE A RISPOSTA VERBALE DEL CONSIGLIERE COMUNALE VANTIN - "MOVIMENTO CINQUE STELLE SCHIO" - REGISTRAZIONI VIDEO SEDUTE CONSILIARI 2. COMUNICAZIONI DEL SINDACO.
3. COMUNICAZIONI DEL PRESIDENTE.
4. APPROVAZIONE VERBALI SEDUTA DEL 22 GIUGNO 2015.
5. COMUNICAZIONE DELIBERAZIONE DI GIUNTA COMUNALE N. 206 IN DATA 26 GIUGNO 2015.
6. CONFERIMENTO DELLA CITTADINANZA ONORARIA ALLA COMPAGNIA CARABINIERI DI SCHIO.
7. VARIAZIONI AL BILANCIO DI PREVISIONE 2015-2017.
8. SALVAGUARDIA EQUILIBRI DI BILANCIO.
9. DEFINIZIONE DI DESTINAZIONE PARTICOLARE DI PORZIONE DELLA ZONA TERRITORIALE OMOGENEA (Z.T.O.) Fc/120 "ZONA PER VERDE PUBBLICO", PARTE IN Z.T.O. Fd/100 E PARTE IN Z.T.O. Fd/273 "ZONE PER PARCHEGGI" AI SENSI DELL'ART. 8 COMMA 2 DELLE NORME TECNICHE DI ATTUAZIONE DEL PIANO REGOLATORE GENERALE.
10. APPROVAZIONE DEL REGOLAMENTO COMUNALE DEI CONSIGLI DI QUARTIERE
11. PROT. N. 40760 - PROPOSTA DI ORDINE DEL CONSIGLIERE COMUNALE GIROTTO MARIA PER IL "PARTITO DEMOCRATICO" E "TESSIAMO SCHIO" - PREVISTA CHIUSURA DELL'ASILO NIDO COMUNALE "BAMBI" A PARTIRE DALL'ANNO SCOLASTICO 2017 - 2018.
12. PROT. N. 40800 - MOZIONE DEL CONSIGLIERE COMUNALE GORI - "LEGA NORD - LIGA VENETA" - GESTIONE DELL'EMERGENZA PROFUGHI/CLANDESTINI.

giovedì 23 luglio 2015

I 5 Stelle donano alla Riviera del Brenta i 4 mila euro "avanzati" dalla campagna elettorale 

    Di Redazione VicenzaPiù oggi alle 17:25

               
                                             L'annuncio del Movimento 5 Stelle Veneto

  Il Gruppo 5 Stelle in Consiglio Regionale del Veneto ha annunciato questa mattina il versamento di 4mila euro a favore delle popolazioni toccate dal devastante tornado dell’8 luglio. 

Berti, Baldin, Bartelle, Brusco e Scarabel hanno simbolicamente mostrato in Consiglio Regionale la “gigantografia” dell’assegno che verrà versato sul CC acceso dalla Regione Veneto ed hanno così illustrato le motivazioni del gesto. “Oltre alla raccolta fondi dal blog e agli eventi specifici, il Movimento 5Stelle Veneto, su nostra proposta, ha accettato attraverso consultazione online di donare i soldi avanzati dalla campagna elettorale a questa causa che ci sta particolarmente a cuore. Per il M5S lo slogan ‘Nessuno deve rimanere indietro’, non è solo un motto, ma è un ideale da perseguire quotidianamente ed è il nostro modo concreto di fare politica”.
“Come abbiamo dimostrato”, ha poi precisato Jacopo Berti, capogruppo pentastellato a Palazzo Ferro Fini, “si può fare politica anche senza finanziamenti pubblici. Grazie a piccole e libere donazioni da cittadini non ci sono mai mancati i soldi per portare avanti le nostre iniziative. Per la nostra campagna low cost e senza sprechi abbiamo raccolto più di quanto ci servisse: 23mila euro. E quindi oggi ci sentiamo in dovere di mettere in comune quello che è risultato superfluo: la generosità più grande è fra le persone semplici”. I cinque consiglieri hanno così concluso: “Così, mentre i grandi partiti si interrogano sulla propria campagna e si chiedono se abbiano speso bene i loro soldi, noi ci siamo interrogati su come donare i soldi avanzati. Lo diciamo da sempre: i soldi dei veneti devono tornare ai veneti, per primi a quelli in difficoltà. Questa è stata la decisione di tutti e ne siamo orgogliosi”.

mercoledì 22 luglio 2015

PRESENTATA PETIZIONE


 
Nei giorni scorsi è stata presentata in Comune la petizione, per chiedere analisi ambientali indipendenti, perché venga riattivato l'Osservatorio sui rifiuti in grado di esercitare in piena autonomia e perché venga fatto tutto quanto possibile affinché sia mantenuta l'indipendenza operativa tra chi tratta la raccolta e il riciclaggio e chi opera nello smaltimento ed incenerimento. La raccolta firme ha suscitato l'interesse e la sensibilità da parte di molti cittadini...sono state raccolte 1006 firme in poche settimane. Un grazie di cuore a tutti i firmatari e a tutti coloro che hanno collaborato.

 
 

 
 
 
 

martedì 21 luglio 2015

Schio. Migliorare le riprese del Consiglio Comunale. I 5 Stelle chiedono più tecnologia

Vantin



Migliorare le riprese in streaming del Consiglio Comunale per dare ai cittadini la totale trasparenza che è stata loro promessa.
La richiesta al Comune di Schio arriva da un’interrogazione depositata da Marco Vantin, Consigliere Comunale del Movimento 5 Stelle che, in pieno accordo con quanto da sempre voluto dal suo gruppo politico, richiama l’attenzione del Sindaco e del Presidente del Consiglio su eventuali migliorie da apportare al sistema di riprese delle sedute consiliari.
“Dopo aver provato personalmente a visionare le registrazioni video delle sedute Consiliari e dopo che alcuni cittadini ci hanno contattato per segnalarci la scarsa fruibilità del servizio – spiega Vantin nell’interrogazione – chiediamo se l’Amministrazione è disponibile a rivedere e migliorare il sistema informatico per correggere i limiti tecnologici del sistema di ripresa”.
I limiti a cui si riferisce il consigliere riguardano la difficoltà di trovare nel sito del Comune il link d’accesso alle riprese in streaming e la mancanza di velocità nella proiezione.
“Le registrazioni sono un corpo unico e non presentano un elenco o indice dei punti trattati nella seduta – spiega l’interrogazione – e questo rende problematico per un utente, vista la lentezza del sistema, trovare una qualsiasi sezione riguardante un punto specifico degli argomenti trattati. Le riprese video inquadrano i Consiglieri di fronte – lamenta ancora Vantin – La Giunta e il Sindaco sono ripresi di spalle e alcuni assessori sono addirittura fuori inquadratura”.
La richiesta del candidato 5 Stelle Considerato arriva dopo una valutazione di costi e benefici delle riprese dei Consigli Comunali. “Lo streaming e le registrazioni delle sedute consiliari vengono effettuate per garantire trasparenza e maggior partecipazione da parte dei cittadini – ha spiegato Vantin – e il costo per la sistemazione e l’adeguamento dell’impianto dovrebbe essere minimo, soprattutto se si considera il fatto che le telecamere hanno costi contenuti ed esistono piattaforme online gratuite, come Youtube”.

fonte: www.altovicentinonline.it/
 

giovedì 16 luglio 2015


#5giornia5stelle, 40° puntata, 10 luglio 2015

 

    

Il DDL Scuola, alla Camera, è arrivato al capolinea in un giorno che non dimenticheremo. Il nostro portavoce Gianluca Vacca e tutto il M5S hanno letto insieme i tre articoli della Costituzione su cui si basa il nostro modello di istruzione, articoli che la legge disattende completamente. L’ennesima disastrosa “riforma”. In piazza Montecitorio, con i docenti, Michela Montevecchi, Silvia Chimienti e Alessandro Di Battista, per chiedere a Mattarella di non firmare.
Al Senato il M5S prosegue il suo cammino verso il referendum sull’euro. La nostra richiesta per calendarizzare con urgenza il DL costituzionale per portare il Paese alle urne viene respinta. Ma, come ci spiega Vito Crimi, noi andremo avanti per chiedere il parere dei cittadini.
Si continua a parlare di Grecia: ascoltiamo l’intervento del neo capodelegazione italiano dell’EFDD Fabio Massimo Castaldo a Strasburgo, che ricorda come i salvataggi siano sempre stati solo per le banche.
Alla Camera poi, la maggioranza ha respinto la proposta di commissariare la coop degli orrori Il Forteto, dove si faceva abuso di bambini, lasciandone la gestione nelle mani di un condannato. Alfonso Bonafede, Roberto Fico e Claudia Giordano ci spiegano come, è il caso di dirlo, il PD abbia venduto l’anima al diavolo.
In Veneto, il Comune a 5 Stelle di Mira è stato gravemente colpito da un disastroso tornado. Emanuele Cozzolino in aula e Jacopo Berti (M5S Veneto) chiedono stato calamità naturale, e annunciano l’apertura di un iban per raccogliere fondi da destinare alle popolazioni colpite. 
In Europa continuiamo la nostra battaglia contro il TTIP. La nostra Tiziana Beghin accusa Martin Shultz di calpestare il regolamento per favorire il trattato, mentre viene stralciato un emendamento M5S che prevedeva come non potessero essere i tribunali privati a giudicare contenziosi tra multinazionali e Stati.
Tornando a Roma, il governo boccia la mozione di Andrea Colletti per proteggere la prima casa dai pignoramenti. Oltre 11 mila famiglie rischiano infatti l’esproprio, in quanto impossibilitate a pagare i mutui a causa della crisi.
Infine, la nostra Sara Marcozzi (M5S Abruzzo) ci racconta che in Abruzzo e Campania sono state presentate le proposte di legge M5S per il dimezzamento degli stipendi dei consiglieri regionali. Una nostra battaglia da sempre.

Clicca qui! Scarica, stampa e diffondi il magazine che racconta ogni settimana tutto quello che succede in Parlamento, e che la TV non dice!


5giornia5stelle va in onda anche su TeleAmbiente - visibile sul canale 78 del digitale terrestre a Roma, Pescara e Perugia e sul canale 218 a Milano - a questi orari: Lunedì 15:30, Martedì 03:30 - 9:30, Mercoledì 12:40 - 9:30, Giovedì 03:00 - 13:30, Venerdì 21:50, Sabato 20:00, Domenica 18:10
user-pic
 

lunedì 13 luglio 2015

COMMISSIONI CONSILIARI


 
 
PROSSIMI APPUNTAMENTI 
 


 Commissione Consiliare Permanente 1^ - Affari Generali


- Mercoledì  15 Luglio 2015 ore 18.30 presso la sede Comunale in sala Eberle


1. Conferimento della Cittadinanza Onoraria alla Compagnia Carabinieri di Schio;
2. Variazioni al Bilancio di Previsione 2015-2017;
3. Salvaguardia degli equilibri di bilancio;
4. Regolamento comunale dei Consigli di Quartiere;
5. Varie ed eventuali.